Roberto Longhi

Roberto Longhi

La Fondazione Roberto Longhi nasce dalle volontà testamentarie del grande storico dell’arte Roberto Longhi ed ha tra le proprie finalità quella di proseguire la sua attività tramite i suoi metodi.

Per saperne di più…

Novità / Ultimo evento

Marzo 2021
AVVICENDAMENTO AL VERTICE

Dopo 35 anni, Mina Gregori lascia la presidenza della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte intitolata a Roberto Longhi, del quale fu allieva. Dal mese di marzo 2021 le subentra Cristina Acidini, già Soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure e del Polo Museale di Firenze, che a sua volta fu allieva della professoressa Gregori, nonché borsista della stessa Fondazione.

«Sono commossa e grata per la fiducia espressa da questa nomina – dichiara Acidini – e durante il mio mandato mi dedicherò a preservare lo spirito e il valore scientifico della Fondazione».

Nell’organigramma recentemente messo a punto dal Consiglio Direttivo della Fondazione, Mina Gregori assume la carica di Presidente Onorario; inoltre lo stesso organo ha ribadito la propria gratitudine alla professoressa Gregori sia per l’instancabile e impagabile contributo scientifico, sia per l’attività svolta a sostegno delle attività della Fondazione, nella divulgazione e nell’insegnamento della storia dell’arte. Nel nuovo ruolo di Presidente Onorario, la professoressa Gregori continuerà ad essere un attivo punto di riferimento per gli studiosi di tutto il mondo e per i borsisti della Fondazione stessa.
Fra i tanti luoghi speciali che fanno di Firenze una capitale dell’arte e della cultura, merita un posto di riguardo la Fondazione Longhi, con sede nella suggestiva villa “Il Tasso”: là abitò la coppia d’eccezione formata da Longhi, forse il massimo critico d’arte italiano del Novecento, e dalla moglie Anna Banti, storica dell’arte e scrittrice di fama.
Morto Longhi nel 1970, proprio la Banti istituì la Fondazione per assicurare la conservazione del complesso dei loro beni, opere d’arte – tra le quali spicca anche un’opera del Caravaggio (la prima versione del Ragazzo morso da un ramarro) -, libri, fotografie e oggetti, che nel loro insieme costituiscono un inscindibile e unico patrimonio di beni culturali.
Ma la Fondazione ha ulteriori finalità, rivolte a favorire gli studi di storia dell’arte specialmente tra i giovani, mantenendo vivi l’insegnamento e il metodo di Roberto Longhi. Per questo istituisce borse e premi di studio, da assegnare a giovani studiosi per una durata di nove mesi, dando impulso alla formazione di nuovi “conoscitori” così come in vita aveva fatto Roberto Longhi; è l’unica istituzione italiana ad offrire ai laureati che si affacciano alla vita professionale di storici dell’arte una simile straordinaria opportunità, che comprende l’accesso alla collezione di opere d’arte e alla fototeca, lezioni e incontri di alto profilo nella cornice di Firenze, con i suoi tesori d’arte e le sue biblioteche.
La Fondazione altresì organizza corsi di aggiornamento sui temi della storia dell’arte e della tutela del patrimonio.
Dopo la morte della Banti, avvenuta nel 1985, ha presieduto la Fondazione Mina Gregori, allieva e collaboratrice di Longhi, docente di storia dell’arte nell’ateneo fiorentino, massima rappresentante del metodo longhiano, autorità riconosciuta negli studi sul Caravaggio. In qualità di presidente, grazie al suo prestigio e alla sua dedizione, Mina Gregori ha consentito alla Fondazione di mantenere il proprio ruolo, tra i più importanti nel panorama culturale italiano ed internazionale.

È stato pubblicato il bando di concorso a borse di studio per l’anno accademico 2020-2021
Il concorso a borse di studio per l’anno accademico 2020-2021 è sospeso e rinviato al 2021-2022.

Si è aperta il 16 giugno 2020 presso i Musei Capitolini di Roma la mostra Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi
dedicata al cinquantenario della scomparsa di Roberto Longhi.
La mostra è prorogata fino al 2 MAGGIO 2021

 

La Fondazione è temporaneamente chiusa. Per informazioni scrivere a:
Informazioni: longhi@fondazionelonghi.it
Archivio: archivio@fondazionelonghi.it
Biblioteca: biblioteca@fondazionelonghi.it
Fototeca: fototeca@fondazionelonghi.it

versione italianaversione inglese